logo

Most popular

Festa del papa regali personalizzati

Non mi resta che augurarvi buon divertimento e buona festa della mamma.Leggi anche, related posts: Giocare con l'arte: i disegni che scompaiono di Piccolo Furfante.Il primo anno ci sono rimasta un po male, ma si sa paese che vai, usanza che trovi!Un vero spasso e


Read more

Regalo cuccioli alano roma

Buoni, realmente buoni luogo e molto utile URLlonnejv.Org/mobile mobile /URL ugg amazon scontati mobile URLtatuto.URLdwem35.org/andreas andreas /URL URLp gta san andreas ps2 /URL URLp soluzioni per gta san andreas /URL URLp codici gta sant andreas /URL URLp trucchi gta san andreas per play station /URL


Read more

Buoni sconto yogurt

Gusto Sciroppo d'Acero : Miscela di Proteine (31) (Proteine del Siero del.Sconto, regala, impossibile aggiungere ora.Questi i motivi per scegliere.Un ampio parcheggio gratuito e video sorvegliato a disposizione dei nostri clienti per lasciare in tutta tranquillità la propria auto.Uno dei locali più conosciuti e frequentati


Read more

A2a premio fedeltà


Ma se fare tutto ciò è davvero così impensabile e impossibile anche a un governo dei tecnici, se è vero come è vero che in consiglio dei ministri Giarda ha accusato Grilli di sconto justeat maggio tenersi la delega fiscale in tasca e Grilli ha replicato di aspettarsi.
Anzi, si è diffuso un eccessivo ottimismo malgrado 160 miliardi di haircut ai detentori di titoli pubblici greci, in grazioso cambio di circa 60 miliardi di carta a bassissimo rendimento e a lunghissima scadenza.
So bene che è nato sulla base di unidea diversa, che bastasse cioè a garantire la piena e ordinaria solvibilità il fare i compiti a casa raccomandatici dallEuropa e da troppi anni smentiti e denegati da una politica inetta e imbelle.Non cè stato alcun effetto contagio.Degli oltre 500 miliardi di eurotitoli pubblici in scadenza per Paesi non tripla A nei tre trimestri residui del 2012, oltre 300 miliardi è costituita da titoli italiani.E aggiungo: la lezione greca dovrebbe valere proprio per i Paesi non tripla A, ad altissimo debito, bassa crescita, altissima spesa pubblica e tasse.Persino lOlanda, alle prese con tagli assai superiori alle sue attese, se vuole stare negli obiettivi del fiscal compact.La penso in questo come Georges Ugeux, CEO di Galileo Global Advisors, che ne ha scritto il 25 marzo sullHuffington Post.Terzo: la conseguenza è che famiglie e imprese italiane, alla luce del peggioramento del Pil figlio sia delleurocrisi sia della quindicennale e pre esistente tendenza italiana alla bassa crescita, continueranno a trovarsi esposti a nuovi gravi fiscali ulteriori, visto che le ipotesi macro assunte.Primo: il governo Monti è quello più adatto a potersi sobbarcare una simile operazione, stante la sua natura tecnica e demergenza.Se però questo effetto si è prodotto, tanto varrebbe approfittarne.Il peggio deve ancora venire.Ma nellemergenza è un governo demergenza meglio che politico, a poter trattare le migliori condizioni con mercati e Trojka.Il 50 quixa sconto dei quasi due trilioni di euro di debito pubblico italiano va in scadenza nei prossimi due anni.
Avanzi primari di 5-6 punti di Pil, realizzati per la più gran parte con nuovi aggravi fiscali.
In altre parole: de te Ausonia loquitur.




Senza nessuna cessione di asset per abbattere più rapidamente e non recessivamente il debito.Tuttavia, per lItalia sarebbe il caso di fare di più.Cederebbe i 500 miliardi di mattoni di Stato per labbattimento del debito in conto patrimoniale.Non è escluso che Atene non ce la faccia comunque e abbia bisogno di nuovi aiuti.Ma comunque di una notevole consistenza.LItalia potrebbe meglio: dovrebbe pensare a una vera e propria ristrutturazione straordinaria del proprio debito pubblico.E infati lopinione di Willem Buiter, chief economist di Citigroup.Così si è espresso lo scorso 22 marzo, parlando gran premio brasile highlights delleurocrisi, non proprio lultimo degli sprovveduti.Penso che Buiter abbia ragione.Purtuttavia, seguitemi nel ragionamento.
Si comprende al volo che anche solo ventilare la remota ipotesi di una ristrutturazione straordinaria del debito di un Paese sovrano provochi reazioni di immediato e sdegnato rigetto da parte del suo governo.




Sitemap